contatta gli operatori
call center napoli callcenter numero verde contact center gestione numero verde
12 Febbraio 2009
Confessioni anonime di un socio
Come sentirsi atipico in un settore come quello dei call center atipico di suo...
Ho da fare parecchie confessioni sul lavoro di Advert e questa mi sembra la sede più adatta. La prima riguarda la mia attività da commerciale. Mi capitano spesso richieste di sconti particolari e nel valutarle mi rendo conto che per poterle accettare, mantenendo inalterati i costi di gestione, dovrei lavorare male, non al 100%, con risorse prese al momento e magari sottopagate. La mia risposta? No! Proprio non ce la faccio, penso alla qualità del lavoro, alle promesse fatte con Advert, al callcenter della qualità che non è solo un'idea, ma una realtà costruita col sudore.

E' capitato anche che in fase iniziale della mia attività che non abbia fatto un buon lavoro...mi credete a distanza di anni ci penso ancora oggi è diventata un ossessione non ripeterò mai più errori del genere mi fanno stare veramente male.

La seconda riguarda i competitor di Advert.

Mi è capitato di effettuare chiamate a callcenter situati in Romania o in Albania. A voi è mai successo?

Sono bastati pochi secondi per perdere l'approccio ottimista e ritrovarmi ad inveire contro un povero operatore che, nella migliore delle ipotesi, aveva imparato l'italiano ad un corso per corrispondenza. Certo spiegare ad uno sconosciuto a telefono che problemi aveva il mio telefonino rotto quando avevo già problemi a fargli comprendere il termine "guasto" è stata un'impresa. In quei momenti nella mia mente passavano immagini e ricordi di tutti quelli che mi ripetono: "mi fornisco da un callcenter fuori Italia, in Romania magari...li si paga veramente poco".

Si pagherà anche poco, per perdere un cliente perché non si è in grado di comprenderlo non si dovrebbe spendere nulla.

La terza riguarda Napoli.

Ragazzi a Napoli un callacenter funziona meglio che al nord Italia! Numeri alla mano sfido a contestare questa afferamazione.

Qui i nostri operatori diventano dipendenti stabili, assunti a tempo indeterminato, fedeli nel tempo e quindi molto formati, insomma dei veri professionisti ovviamente le aspettative di guadagno al nord sono differenti, quindi gli operatori spesso sono delle comete che entrano lavorano qualche mese e poi vanno via. In questo modo è difficile formare il personale ed è per questo che noi otteniamo risultati migliori.

Ogni tanto anche a Napoli riusciamo a vincere i luoghi comuni.

La quarta più che una confessione è un'affermazione:

ADVERT È NATO ANCHE CON ME 10 ANNI FA. PASSIONE, SUDORE ED ENERGIA PER DARE IL MASSIMO POSSIBILE AD OGNI CLIENTE.
Inviato da: Advert il 12 Febbraio 2009
TAG: Callcenter, call center, napoli, inbound, outbound, operatori

05 Febbraio 2009
Advert raddoppia
Nonostante la crisi mondiale Advert raddoppia il fatturato
Tutto il mondo è in crisi, il sistema bancario avverte gravi scossoni, quello finanziario si fa instabile, grandi settori, come quello automobilistico, rischiano il collasso. Anche in Italia la situazione è piuttosto nera e molte aziende optano per l'immobilismo. In questo panorama piuttosto disastrato Advert fa storia a se e decide di spingere con forza sull'acceleratore riuscendo, addirittura, a raddoppiare i fatturati. L'idea che muove il nostro callcenter è chiara: in un momento così difficile solamente chi da risultati innegabili riesce a crescere e ad imporsi sul mercato. Advert punta tutto sulla qualità, sull'efficacia dei servizi e ancora una volta ci tocca ammettere di avere successo. Non si tratta certo di presunzione, ma i dati ci danno ragione. In questo momento di crisi le aziende si aspettano dal proprio call center un lavoro ancor più puntuale nella cura e nella gestione dei clienti e del traffico telefonico inbound. I servizi di questo genere infatti, rispetto a quelli di outbound, sono molto più richiesti e vengono gestiti da Advert con grande impegno, grazie alla professionalità degli operatori del nostro callcenter. Le aziende che si forniscono dei servizi di un callcenter si trovano ormai di fronte ad un bivio, da un lato possono imboccare la strada del risparmio, cercando aziende economiche de localizzate e che forniscono un basso livello qualitativo e professionale. Dall'altro possono imboccare la via della qualità, sacrificandosi oggi per ritrovarsi, quando sarà passata la crisi, parecchi passi avanti ai propri competitor.
Inviato da: Advert il 05 Febbraio 2009
TAG: Callcenter, call center, inbound, operatori, outbound, telemarketing

call center napoli callcenter grandi aziende medie professionisti numero verde contact center